[Registrazione]  [Modifica profilo]  [Modifica Preferenze]  [Cerca]
[Messaggi privati]  [Lista degli utenti iscritti]  [FAQ]  [Entra]
salutemed.it Forum Index » » CFS Stanchezza cronica » » CFS/FM & Genito-Urinario: Vestibolite e altro
Autore CFS/FM & Genito-Urinario: Vestibolite e altro
KIO


Registrato: Oct 29, 2003
Messaggi: 1275
Località: Lugano
Inviato: 2003-12-11 23:38   
Prendendo spunto da un topic recentemente aperto... E senza fare tagli estetici

x chi ha la fibromialgia...
(o la compagna con la fibromialgia)

In:
http://www.geocities.com/vestibolite/vvs.htm
(collegamento da un sito sulla fibromialgia)

COSA È LA V V S

Questa serie di pagine riguardano un disturbo abbastanza comune nelle donne, la sindrome della vestibolite vulvare (SVV) o vestibolite. Ogni donna ha una sua storia ma in alcuni punti tutte le esperienze si assomigliano, se schematizzassimo troveremmo che ogni persona è stata visitata almeno da un paio di medici e che probabilmente alla non risoluzione del problema il medico ha suggerito che il dolore vulvare non esiste che è solo una convinzione mentale: ERRORE! Il dolore vulvare esiste e può in certi casi estendersi ben oltre la zona vestibolare impedendo di svolgere attività come andare in bicicletta, stare seduti per lungo tempo, avere rapporti sessuali o addirittura camminare.

La SVV appare come un'infiammazione del vestibolo di difficile diagnosi e cura. Molti preferiscono parlare di vulvodinia (lett.: dolore vulvare) e di vestibolite come sottocaso della vulvodinia. Attualmente non esiste una terapia affermatasi sulle altre e universalmente accettata ma una serie di cure accettate o meno in diverse parti del mondo. La causa scatenante della vestibolite non è unica ma in genere risulta in una sensibilizzazione dell'area, può essere dovuta a farmaci o detergenti agressivi, ad una caduta, ad infezioni mal curate che continuano a proliferare. La causa del dolore è l'infiammazione dei nervi sotto la mucosa vaginale e che porta a contrazioni dei muscoli e al malfunzionamento delle ghiandole.

I sintomi sono importanti perché essendo la vestibolite una sindrome viene caratterizzata e diagnosticata proprio in base a questi.

La vestibolite può presentarsi in ogni donna diversamente e questo significa sia che i sintomi hanno un'intensità differente sia che sono proprio diversi. La percezione del dolore può essere presente sotto forma di bruciori, sensazioni di malessere, fitte, sensazione di punture di spilli, prurito.

Tra i sintomi troviamo:

il sintomo "classico" della vestibolite ossia il dolore all'introito della vagina nella zona appunto denominata vestibolo. Questo è il sintomo più caratteristico dovuto al fatto viene ricondotta a un'infiammazione del tessuto nervoso e che impedisce ad una donna di avere rapporti sessuali, di usare assorbenti interni. Anche solo questo dolore può variare molto di intensità si può andare dal semplice dolore percepito solo al tatto del vestibolo (inserimento di un assorbente, rapporto o speculum) ma che non viene sentito in nessun altro momento della vita quotidiana fino a provare dolore anche solo facendo pressione sulla zona infiammata come usando vestiti aderenti (tipo jeans o collant), stando sedute per lungo tempo o usando la bicicletta. Addirittura nei casi di infiammazione più grave anche solo camminare provoca dolore;
arrossamento della zona vestibolare;
sensazione di secchezza vaginale, questa è dovuta al mal funzionamento delle ghiandole deputate alla lubrificazione;
dolore durante la penetrazione;
dolore durante tutto il rapporto o dispareunia;
difficoltà ad inserire assorbenti interni;
estrema sensibilità della zona vulvare al tatto;
dolore alla base dei peli pubici;
arrossamento della zona vestibolare;
bruciore durante la minzione;
abrasioni all'introito della vagina;
piccole abrasioni o tagli in tutta la zona vulvare;
prurito;
perdite biancastre dovute all'infiammazione;
perdite ematiche;
essendo la percezione del dolore diversa in ogni donna questa può essere vissuta come un semplice fastidio, una sensazione di malessere ma nulla di più ma può anche essere un problema devastante che va a toccare uno degli ambiti più sensibili: la sessualità: Per questo motivo nella descrizione di una persona affetta da vestibolite può essere inclusa anche una frustrazione nel non vedere risolto questo problema e a volte una conseguente depressione. E' anche da evidenziare che l'ambiente infiammato creato della vestibolite può essere luogo di diverse infezioni.

Spesso la vestibolite s'inquadra in una sindrome chiamata fibromialgia che porta a provare dolore in diverse parti del corpo, ad avere un sonno non ristoratore, a essere stanchi durante tutta la giornata.
(...)


  Visualizza il profilo di KIO      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
KIO


Registrato: Oct 29, 2003
Messaggi: 1275
Località: Lugano
Inviato: 2003-12-11 23:46   
In (è tutto interessante):
http://www.cndsinfo.net/pdf-files/d1-goldsteinlimbic.pdf

Chronic Neuroimmune Disease
Information and Support for Sonoma County
POB 366
Fulton, CA 95439
www.cndsinfo.net

The Diagnosis of Chronic Fatigue Syndrome As A Limbic Encephalopathy
Jay A. Goldstein, MD
(...)

Genitourinary Complaints

Dysmenorrhea is also more common in CFS patients, even if endometriosis is not present.
Although one could postulate that these women had excessive amounts of prostaglandins in their
sloughed endometrium, a neural explanation is more plausible. A type of hollow visceral neuropathy could
affect the uterus and/or there could be a disorder of descending pain modulation such as has been
hypothesized to occur in fibromyalgia. Sometimes there will be diffuse tenderness on pelvic exam with no apparent cause.
A cause for pelvic pain which is often overlooked is pelvic floor tension myalgia. Patients with this
disorder will often report dyspareunia and may be labeled as having a somatization disorder if they have
a negative pelvic ultrasound and laparoscopy. If the pelvic floor, particularly the pyriformis muscle, is
palpated in such a patient, it will be exquisitely tender and will respond well to trigger point injection or
caudal epidural block. This type of pain sometimes begins after surgery in which the woman's legs are
abducted for a time, such as a vaginal hysterectomy. It can be confused with lumbar radiculitis, since the
sciatic nerve may be compressed between the sciatic notch and the pyriform muscle. Numerous other
myofascial causes of pelvic, perineal, low back, and thigh pain are discussed in Volume 2 of the Trigger
Point Manual by Travell and Simons. They are also common in CFS.
The primary genitourinary complaint in the male with CFS involves prostatic discomfort,
frequency, and nocturia. Although many of these men are treated for prostatitis, very few of them have
had a culture-proven infection, either of the urine or of prostatic fluid. Many have not had a three-glass
test. My impression is that prostatitis, either chronic bacterial or abacterial, is considerably less common
than prostatodynia. Acute bacterial prostatitis is seen no more frequently than in the general population.
Prostatic tenderness is often detected in CFS patients but induration or nodules with or without fever, are
not common. Alpha-blocking drugs such as prazosin (Minipress) or terazosin (Hytrin) are effective in
diagnosis and treatment.
Testalgia occurs infrequently, but is not accompanied by structural changes. This pain may be
neuropathic, but the stealth virus has been isolated from the remaining testicle of a patient who had
already had one orchidectomy for disabling pain. Intense scrotal and testicular pain was reported in a
nine-year old boy with a right parietal lobe seizure focus.

Lack of libido and erectile dysfunction are
common complaints as well. When we have done nocturnal penile tumescence evaluation with Rigiscans,
they have been abnormal.
The urethral syndrome in women is also more common in CFS. The causes of this disorder are
numerous and include various kinds of inflammation, from chlamydia to interstitial cystitis. "Detrusor
dyssynergia" is often found. It is treated with anticholinergic antispasmodics, alpha blockers (as in
prostatodynia), and calcium channel blockers. A few patients will have intractable detusor hyperflexia with
incontinence. Such patients could be considered for intravesical capsaicin.

There may be tenderness of
the muscles of the urogenital diaphragm, which would include the ischiocavernosus and the
bulbocavernosus. These muscles are rarely examined, but could respond to the same sorts of trigger
point elimination techniques as are used elsewhere.
Rectal exam is helpful in CFS to make the diagnosis of proctalgia fugax. This disorder is usually a
myofascial pain syndrome of the levator ani. Many patients report sudden severe episodes of rectal pain
which are usually brief, but may last as long as a half-hour or so. This problem, formerly consigned to the
psychosomatic "wastebasket" until it was conceptualized and examined properly, is surprisingly common
if one asks. It does not usually accompany burning rectal dysesthesias, another cardinal symptom of
somatization disorder, although it may. Trigger point elimination techniques are helpful in treating
proctalgia fugax. Levator ani trigger points, as well as those in the coccygeus muscle, can cause
coccygeal pain, common in CFS. Stretch, post-isometric relaxation, massage, and high-voltage pulsed
galvanic stimulation are treatment modalities suitable for pelvic floor trigger points.
____________________________________________
http://www.cndsinfo.net/pdf-files/d1-goldsteinlimbic.pdf

le informazioni ed il sostegno cronici di malattia di Neuroimmune
POB 366 Fulton, il CA 95439 www.cndsinfo.net di Sonoma la contea

la diagnosi della sindrome cronica di affaticamento come encefalopatia
Jay A. Goldstein,
(...)
i reclami urogenitali

Dysmenorrhea di Limbic di MD sono inoltre più comuni nei pazienti di CFS, anche se il endometriosis non è assente. Anche se si potrebbe postulare che queste donne hanno avute importi eccessivi delle prostaglandine nel loro endometrium mutato, una spiegazione neurale è più plausibile. Un tipo di neuropatia viscerale vuota potrebbe interessare l'utero e/o ci potrebbe essere un disordine di modulazione discendente di dolore come è stato supposto per accadere in fibromyalgia. A volte ci sarà la tenerezza diffusa su exam pelvico senza causa apparente. Una causa per dolore pelvico che è trascurato spesso è mialgia pelvica di tensionamento del pavimento. I pazienti con questo disordine spesso segnaleranno la dispareunia e possono essere identificati come avendo un disordine di somatization se hanno un ultrasuono e un laparoscopy pelvici negativi. Se il pavimento pelvico, specialmente i pyriformis muscolo, è palpated in un tal paziente, sarà exquisitely tenero e reagirà bene all'iniezione del punto di innesco o al blocco epidurale caudale. Questo tipo di dolore a volte comincia dopo la chirurgia in cui i piedini della donna sono rapiti per un certo tempo, quale un'isterectomia vaginale. Può essere confuso con la radicolite lombare, poiché il nervo sciatic può essere compresso fra la tacca sciatic ed il muscolo del pyriform. Numeroso altre cause myofascial di pelvico, di perineal, basso la parte posteriore ed il dolore della coscia sono discusse nel volume 2 del manuale del punto di innesco da Travell e da Simons. Sono inoltre terreno comunale nel CFS. Il reclamo urogenitale primario nel maschio con CFS coinvolge il disagio, la frequenza ed il nocturia prostatic. Anche se molti di questi uomini sono curati per prostatite, molto pochi di loro hanno avuti un'infezione coltura-provata, dell'urina o di liquido prostatic. Molti non hanno avuti una prova del tre-vetro. La mia impressione è quella prostatite, il uno o il altro batterico cronico o abacterial, è considerevolmente meno comune che il prostatodynia. La prostatite batterica acuta è vista più frequentemente di nella popolazione in genere. La tenerezza di Prostatic è rilevata spesso nei pazienti di CFS ma l'indurimento o i noduli con o senza febbre, non è comuni. Alfa-ostruendo le droghe quali il prazosin (Minipress) o il terazosin (Hytrin) sia efficace nella diagnosi e nel trattamento. Testalgia accade raramente, ma non è accompagnato tramite i mutamenti strutturali. Questo dolore può essere neuropathic, ma il virus dello stealth è stato isolato dal testicolo restante di un paziente che già aveva avuto uno orchidectomy per dolore inabilitante. Il dolore scrotal e testicolare intenso è stato segnalato in un ragazzo anziano di nove anni con un giusto fuoco parietale di grippaggio del lobo. La mancanza di libido e di disfunzione erectile è reclami comuni pure. Quando abbiamo fatto la valutazione penile di tumescence di nocturnal con Rigiscans, sono stati anormali. La sindrome uretrale in donne è inoltre più comune nel CFS. Le cause di questo disordine sono numerose ed includono i vari generi di infiammazione, dal chlamydia a cistite interstiziale. "il dyssynergia di Detrusor" è trovato spesso. È trattato con gli antispasmodici, gli stampi dell'alfa (come in prostatodynia) e gli stampi anticolinergici della scanalatura del calcio. Alcuni pazienti avranno hyperflexia insolubile di detusor con il incontinence. Tali pazienti potrebbero essere considerati per capsaicina intravesical. Ci può essere la tenerezza dei muscoli del diaframma urogenitale, che includerebbe il ischiocavernosus ed il bulbocavernosus. Questi muscoli sono esaminati raramente, ma potrebbero rispondere alle stesse specie delle tecniche di eliminazione del punto di innesco come sono usati altrove. Il exam rettale è utile nel CFS da fare la diagnosi del fugax di proctalgia. Questo disordine è solitamente una sindrome myofascial di dolore del ani di levator. Molti pazienti segnalano gli episodi severi improvvisi di dolore rettale che sono solitamente brevi, ma possono durare finchè una mezza ora o così. Questo problema, precedentemente consegnato "al wastebasket" psicosomatico fino a concettualizzarlo correttamente ed esaminato esso, è sorprendentemente terreno comunale se si chiede. Non accompagna solitamente i dysesthesias rettali bruciantesi, un altro sintomo cardinale di disordine di somatization, anche se può. Le tecniche di eliminazione del punto di innesco sono utili nel trattare il fugax di proctalgia. L'innesco di ani di Levator indica, come pure quelli nel muscolo di coccygeus, può causare il dolore coccygeal, comune in CFS. Stretch, il rilassamento alberino-isometrico, massaggio e lo stimolo galvanico pulsato ad alta tensione è modalità di trattamento adatte a punti pelvici di innesco del pavimento. ********************************************

in translate automatico è venuto allucinante... se qualcuno che conosce l'inglese volesse gentilmente metterci le manine... me lo mandi corretto, così lo sostituisco.


  Visualizza il profilo di KIO      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
stregatta


Registrato: Jun 26, 2003
Messaggi: 3782
Località: Bergamo
Inviato: 2003-12-11 23:48   
Grande KIO!!!! quando ho parlato di sekkezza delle mucose nel 3ad aperto da roby e sl fatto ke io sn risultata disidratata da un test al quale mi ero sottoposta, intendevo anke la mucosa vaginale, per fortuna nn sono ai livelli estremi ke hai postato, ma fare il pap test nn è certo piacevole, cioè risulta fastidioso mentre prima nn lo era!!! grazie cara....evvai!!! un altro tassello aggiunto al puzzle ke stiamo componendo!!! dolce notte

P.S. aggiungo inoltre ke di notte ho bisogno di bere perkè mi si secca la gola e la bocca.........pur NON assumendo farmaci ke causano qst disturbo!!!

Meno male ke nn esiste in D.L. x la rottamazione delle mogli ammalate di CFS!!

[ Questo messaggio è stato modificato da: stregatta il 2003-12-11 23:49 ]


  Visualizza il profilo di stregatta   Email stregatta      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
brenda


Registrato: Nov 09, 2005
Messaggi: 1
Località: Roma
Inviato: 2005-11-09 15:59   
Ciao Kio,
ho letto il tuo messaggio e mi trovi d'accordo su ciò che hai detto. Avendo sofferto anche io di vulvodinia (vestibolite). per tanto tempo non sapevo che cosa avessi poi grazie ad internet ho trovato la diagnosi al mio disturbo e con circa sei mesi di cure personalizzate sono ritornata a vivere. la vulvodinia non è solo una malattia ma un disturbo che coinvolge sia il corpo che la psiche,e il trattamento prevede un approccio multidisciplinare.
personalmente ho assunto dei farmaci specifici e fatto la tens terapia nonchè adottato un stile di vita diverso.
Ho deciso di rendere pubblica la mia esperienza attraverso il sito http://www.vulvodinia.it con l'obiettivo di aiutare le tante donne che hanno lo stesso problema e divulgare quanto più possibile sul tema.
sul sito è anche presente un forum.
spero che la mia esperienza possa essere utile.
un abbraccio beatrice


  Visualizza il profilo di brenda   Vai al sito web di brenda      Modifica/cancella questo Messaggio   Rispondi riportando il messaggio originario
  
Blocca questo Argomento Sposta questo Argomento Cancella questo Argomento
Powered by phpBB Versione 1.4.2
Copyright © 2000 - 2001 The phpBB Group

phpBB Created this page in 0.008861 seconds.